Come vestirsi a 50 anni: davvero lo stile ha un’età?

come vestirsi 50 anni

L’annoso problema su come vestirsi a 50 anni è presto risolto: vestitevi come più vi piace.

Sì, perché non dobbiamo limitare la nostra fantasia e la nostra creatività seguendo regole dettate da persone che sono molto lontane dall’età matura.

Le uniche regole che valgono sono quelle del buonsenso, ma se una scollatura o uno spacco vi piace e vi fa sentire bene perché non indossarlo. Le nostre imperfezioni sono le nostre caratteristiche, quello che ci rende uniche in un mondo dove l’omologazione sta appiattendo anche i cervelli. Quindi viva la diversità e viva il diritto di ognuna di indossare quello che più la rappresenta.

Conoscete tutte l’ultranovantenne Iris Apfel, arredatrice d’interni e disegnatrice di tessuti, diventata icona di stile, con una mostra dei suoi abiti e bijou al MET di New York.

Il suo modo di vestire ha determinato la sua carriera e il suo successo, e anche ora all’età di 98 anni, la vediamo con numerosi bracciali e collane a decorare i suoi abiti super colorati. Nel suo libro  Iris Apfel: icona per caso. Riflessioni di una star della terza età, Iris ci spiega: “Non mi vesto per farmi guardare, ma per me stessa. Quando hai un look diverso, penserai in modo diverso”

Quindi ampia libertà al nostro estro da indossare con orgoglio anche quando sembra non avere il consenso degli altri.

Altra cosa è invece cercare consigli di stile su abbinamenti e abbigliamento che possa esaltare il carattere e la silhouette della persona. C’è chi ha un gusto e uno stile innati e chi invece ha bisogno di essere educato allo stile.

Spesso basta poco per liberare personalità e carattere e far sì che queste caratteristiche si riflettano nell’abbigliamento di volta in volta scelto.

Aprite il vostro armadio e iniziate a provare i vostri indumenti creando look diversi, vi divertirete un mondo.

Moda over 50: lo stile non ha età

Ricordiamoci sempre che lo stile non ha età. Ognuna ha le proprie peculiarità e i propri gusti, è giusto assecondare questi gusti per creare degli outfit di stile.

Certe volte c’è bisogno di un piccolo aiuto perché ci sono difficoltà nella scelta degli abbinamenti, in quella dei colori o nella scelta delle forme che riescano a valorizzare il nostro fisico.

Non preoccupatevi se non vi sentite sicure, è un po’ come andare a scuola, quando avrete capito quali sono le basi per gli abbinamenti, cosa è la coerenza dello stile e quali abiti e accessori si adattano meglio alla vostra struttura fisica e al vostro carattere, tutto diventerà più semplice.

Seguite quello che vi dice il vostro cuore. Se vi piace tanto un capo e tornate a guardarlo diverse volte, se quando lo provate vedete che vi sta bene e lo sentite vostro, allora quello è il pezzo che non potete lasciare, è quello che strega il vostro cuore. Non acquistate un capo d’abbigliamento perché è alla moda se non vi dà nessuna emozione.

Ricordate sempre che l’abbigliamento rispecchia il nostro carattere, il nostro modo d’essere, per questo motivo non ci può essere indifferente quello che ci mettiamo addosso.

come vestirsi 50 anni

  Look over 50: benessere e gusto senza limiti

Avrete certamente notato come certi stili ci piacciono in modo particolare e tendiamo a indossarli negli anni, magari con piccole modifiche per seguire la moda del momento o per adattarli meglio ai mutamenti del nostro fisico. Questo perché l’abbigliamento rispecchia il nostro carattere, il modo di porci davanti agli altri, l’immagine che noi abbiamo di noi stessi.

Seguendo il nostro stile e il nostro gusto personale riusciremo a stare meglio con noi stesse. Il benessere inizia da qui, aumentare la nostra autostima ci rende forti, sicure e certamente più attraenti agli occhi di chi ci guarda.

Karen J Pine nel suo libro Mind what you wear ci racconta di una giovane donna che si innamora di un grande cappello e, nonostante la madre glielo sconsigli, lo acquista.

Indossare quel cappello così importante la rende orgogliosa e la sua postura diventa più eretta, camminando più eretta attira gli sguardi ammirati delle persone. In questo modo la sua autostima aumenta, così come il suo benessere.

Pine ci racconta che dopo sei mesi dall’acquisto del suo cappello la ragazza ha conosciuto l’uomo che sarebbe diventato suo marito. Alla domanda su cosa l’aveva colpito della ragazza, l’uomo risponde: “Sono stato attratto dal cappello, dovevo assolutamente conoscere la donna che c’era sotto.”

 Look over 50: oltre gli stereotipi

L’omologazione è una privazione dell’individualità, della nostra unicità. Perché mai dovremmo vestire tutte allo stesso modo, seguendo delle regole che non sono dettate dal buongusto, ma da stereotipi vecchi e superati. Nessuna delle donne che io conosco si rispecchia in questi stereotipi.

Tutte le donne con le quali ho avuto modo di parlare si lamentano di quanto poco vengono apprezzate, come mogli, madri, donne e femmine.

Le regole che taluni si sentono di stilare per noi donne over 50 dicono che più passano gli anni e più dobbiamo coprirci. Perché una pelle meno tonica va comunque nascosta, quindi niente scollature, niente spacchi, niente ginocchia scoperte. Tutto questo può valere per chi si sente in difficoltà a mostrarsi con una scollatura e per chi ama un abbigliamento più coprente, ma chi si sente bene con il proprio corpo perché dovrebbe vestirsi in un modo che non le è consono?

Dobbiamo assolutamente superare certi stereotipi che non ci rappresentano. Quello che stanno facendo le fashion blogger e le influencer over 50 è proprio questo: sovvertire con il loro modo di vestire, di truccarsi, di curarsi gli schemi dettati da chi proprio non ci conosce (e non vuole nemmeno farlo).

Vediamo sempre più modelle mature sulle passerelle e nelle pubblicità di prodotti per pelli mature, ma siamo ancora molto lontani dall’inclusione completa.

Tanto ancora dobbiamo fare, ma tutte insieme presto ci riusciremo.

come vestirsi 50 anni

 

 

 

 

 

 

 

Rita Palazzi
Pubblicato da

2 commenti

  • Avatar
    enrica legnaro

    Ciao, sono una di quelle donne che va educata, non ho esattamente il senso degli abbinamenti ma ho guardato, imparato,ho buone amiche, e pian piano ho costruito uno stile mio, mi piaccio molto più adesso di quando avevo 20 anni e concordo sul fatto che bisogna sentire propri gli abbonamenti e, almeno per me abbinarli all’umore della giornata!! Sei bravissima e mi piace il tuo stile

     
    • Rita Palazzi
      Rita Palazzi

      Enrica sei stata bravissima a farti aiutare da chi stimi e ad avere creato il tuo stile. Complimenti!