marketing e over 50

Perché marketing e pubblicità ignorano gli over 50?

Nel nostro paese marketing e pubblicità ignorano gli over 50, nonostante sia la categoria con il più alto potere d’acquisto.

Questo dimostra una scarsa conoscenza degli interessi e dei desideri di questa fascia d’età, ed è bene capire che quello che andava bene diverse decadi fa non si adatta più agli over 50 di oggi.

In questo articolo troverai:

  • tutto quello che esperti di marketing e pubblicitari dovrebbero conoscere sugli over 50;
  • chi sono i consumatori senior.

Interessi nuovi, forma fisica ottimale e un soddisfacente potere d’acquisto sono le caratteristiche di base delle persone mature.

Eppure la pubblicità usa noi persone mature per sponsorizzare pannoloni per l’incontinenza e pasta adesiva per dentiere, per non parlare di apparecchi per l’udito e montascale, ma chi di noi si riconosce in questi standard?

Ricordando che l’Italia è il paese più vecchio d’Europa e il secondo nel mondo, dopo il Giappone, viene da chiedersi perché questi esperti di marketing non si guardino intorno e non cerchino di conoscere meglio il target al quale si rivolgono.

Basta vedere come vivono i senior per capire che parlare di dentiere non ci rappresenta.

Così come non ci sentiamo rappresentate dalla pubblicità per la crema antirughe di Dior, che utilizza la modella Cara Delevigne di appena 30 anni. Abbinamento ridicolo per una crema che di solito viene utilizzata da persone mature per contrastare e ridurre i segni dell’età.

Tutto quello che esperti di marketing e pubblicitari dovrebbero conoscere sugli over 50

Viene da pensare che esperti di marketing e pubblicitari non conoscano minimamente il target al quale vogliono rivolgersi o che abbiano un’idea vetusta e ormai anacronistica degli over 50.

Per prima cosa sarebbe importante sapere che le persone mature sono una larga fetta della popolazione e in continua crescita, sia perché la vita media si è allungata sia per il crollo delle nascite.

Un target che dovrebbe essere molto appetibile per le aziende, che inspiegabilmente ignorano non essendo in grado di soddisfare le esigenze.

Vediamo di conoscere meglio questa fascia di popolazione delineandone interessi e comportamenti.

In linea di massima gli over 50 e oltre:

  • hanno figli abbastanza grandi e fuori di casa (salvo poche eccezioni). Questo permette loro di avere una discreta disponibilità economica per soddisfare le esigenze personali e i nuovi interessi;
  • stanno abbattendo il gap digitale. Sanno utilizzare internet e i social network, si informano sul web quando hanno dubbi e incertezze. I social preferiti dai senior sono Facebook e YouTube. Per questa capacità digitale del tutto nuova vengono chiamati: silver digital;
  • praticano sport in modo continuativo, sono iscritti in palestra o seguono corsi online di ginnastica e attività aerobica. Sono sempre più le persone mature che trovano del tempo per camminare almeno un’ora al giorno. Attività questa che aiuta a mantenere un corpo tonico e una mente pronta;
  • si dedicano ad attività culturali con impegno e interesse. Non è raro che si iscrivano a un corso di laurea o all’università popolare per dedicare del tempo a vecchie o nuove passioni o imparino a recitare, cantare, ballare, suonare;
  • si dedicano al sociale, regalando il loro tempo ad associazioni di volontariato e rendendosi utili con chi ne ha bisogno;
  • amano viaggiare e conoscere nuove realtà;
  • amano prendersi cura di sé con trattamenti di bellezza e attraverso l’abbigliamento.

Non è proprio l’immagine della persona matura rappresentata dai media, che ci vede deboli e malaticci.

Atelier Fiorella

Chi sono i consumatori senior?

I consumatori senior sono circa 19 milioni di individui, che rappresentano il 42% della popolazione.

Sono divisisi in young senior, dai 50 ai 74 anni e old senior over 75.

Questi consumatori sono:

  • ottimisti;
  • curiosi;
  • fiduciosi nel futuro;
  • non spaventati dall’età;
  • capaci di invecchiare.

A differenza di qualche anno fa, le persone over 50 hanno imparato ad accettare il tempo che passa. Non c’è più la rincorsa alla giovinezza, ma c’è la voglia di invecchiare bene, dedicando del tempo alla propria bellezza.

C’è anche un aspetto economico non indifferente: secondo una ricerca di BNP Paribas e AstraRicerche, il valore in termini economici dei consumatori over 50 e oltre è di circa 30 miliardi di euro. Non un peso per la famiglia, ma un vero e proprio sostegno.

Per quanto riguarda i consumi gli over 50 sono attenti a ciò che comprano.

Secondo le statistiche di Kantar TNS gli over 50 si affezionano al brand, alla storia che c’è dietro al brand e alla capacità di questo di soddisfare le loro esigenze. Ma è solo il 36,3% dei consumatori che si ritiene soddisfatto e rappresentato dal marketing e dai beni prodotti, mentre l’86,4% vorrebbe un’attenzione maggiore da parte delle aziende verso le loro esigenze.

Questa scarsa attenzione del marketing e della pubblicità verso i consumatori over 50 ha un rovescio della medaglia anche per il brand, infatti una ricerca di Gransnet (social network per over 50)sostiene che il 49% degli intervistati ha dichiarato di non voler acquistare dai brand dai quali ritengono di essere ignorati.

Quindi per non essere penalizzati con il mancato acquisto il marketing, la pubblicità e le aziende saranno costrette a prendersi cura delle esigenze dei Baby Boomers.

Insomma basta con adesivi per dentiere e pannoloni, abbiamo voglia di vivere intensamente la nostra vita e, se possibile, sempre al top!

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email

Scrivimi