Social media over 50: come vogliamo comunicare?

Social media e over 50, quello che sembrava impossibile fino a pochi anni fa è diventato un modo comune di comunicare.

Gli over 50, anche se appartenenti alle Generazione X o ai Baby Boomers, sono molto attivi su internet e sui social, come un’analisi dei dati del 2013 di Pew Research Center’s Internet & American Life Project ed elaborati per la parte italiana da Livextension , ci dimostra in modo inequivocabile.

Facebook e YouTube sono i canali social più frequentati dagli over 50.

 La ricerca di informazioni è la prima molla per l’utilizzo di entrambi i social, insieme alla possibilità di comunicare con piccole comunità come la famiglia o gruppi con interessi comuni. Esprimere la propria opinione e interagire con altre persone è anche dal punto di vista sociale, un modo per combattere la solitudine. Avere un grande numero di amici, anche se virtuali, e poter dialogare con loro stimola interessi nuovi e aiuta a sentirsi meno soli.

Il potere dei social media di raggiungere simultaneamente un grande numero di persone è ineguagliabile. Tra queste selezionare quelle con affinità di età, interessi, problematiche e altro dà la possibilità di soddisfare curiosità e dubbi oltre a far sentire l’utilizzatore come parte integrante di un gruppo. 

Social media: si può comunicare con la generazione x over 50

Aprendo un blog di moda e lifestyle per donne over 50 ho cercato di comunicare con la generazione X anche attraverso i social. Dando un’immagine reale, le persone più o meno coetanee si riconoscono nelle problematiche tipiche dell’età, nella voglia di vita che c’è in ognuna di noi, nell’accettazione di sé anche se non rispecchiamo i canoni estetici soddisfatti da un numero molto esiguo di donne, nel compiacimento del nostro modo di essere e della nostra bellezza di donne over 50. Si crea così una vera comunity di persone che interagisco tra loro, che stimolano e ricevono stimoli, che si sentono vicine alle altre per affinità e che trovano affascinante la diversità.

Durante questo percorso che dura da cinque anni ho incontrato persone davvero belle, che mi hanno commosso, che mi hanno fatto ridere e che ho sentito molto vicine.

Non avrei potuto raggiungere in un altro modo donne che vivono in ogni regione d’Italia e molte anche all’estero. Interagire con donne affini per età e interessi che vivono in ogni parte del mondo non sarebbe stato possibile in nessun altro modo. 

Perché allora i brand e i loro contenuti sono così lontani dagli over 50?

Gli over 50 sono sui social media: perché i contenuti non sono per loro?

Nelle varie analisi estrapolate di dati di visitazioni e utilizzo dei social viene evidenziato come la maggior parte degli over 50 si senta poco considerato dal marketing di prodotti che possono essere utilizzati anche dalle persone adulte.

Mi riferisco a corsi di ginnastica, abiti, creme, automobili, viaggi e quant’altro. Tutti vengono pubblicizzati con immagini di persone giovani, anche se la generazione x è quella che ha il più alto potere d’acquisto.

Sembra una vera incongruenza, ma c’è una ragione a questo insano comportamento ed è la valenza negativa che ancora viene attribuita all’invecchiamento.

Sono pochissimi i brand e i prodotti che vogliono associare la propria immagine a persone adulte, anche se le macchine più belle vengono acquistate dagli over 50, come il maggior numero di viaggi e gli oggetti di valore. 

Viene, inoltre, creata una dicotomia tra over 50 e giovani, come fossero due mondi completamente diversi. La realtà non è così, il mondo è popolato di persone di tutte le età che sono in grado di vivere insieme condividendo interessi e obiettivi e interagendo in modo armonico e soddisfacente.

Come raggiungere gli over 50 con il social media marketing

Il social media marketing, la branca che si occupa del marketing di un prodotto attraverso i social è troppo ancorato a stereotipi ormai antiquati. Gli over 50 non sono le persone che hanno perso qualsiasi interesse per la vita o fisicamente bisognosi di aiuto. 

Sarebbe più proficuo per le aziende studiare bene gli interessi di questa fascia di età per poter raggiungere in modo efficace la categoria di persone che hanno più potere economico.

Gli over 50 sono felici, curiosi, attivi e riescono a godersi la vita meglio delle categorie di persone più giovani che hanno ancora da pagare mutui, allevare figli, dimostrare il proprio valore nelle attività lavorative.

Il senso di libertà che vive una persona che ha superato i fatidici cinquanta anni non viene rappresentato da nessun brand o prodotto. Questa fascia di età viene vista come una categoria che ha poco da offrire al mercato, relegata al ruolo di nonni, con l’unico interesse di badare ai nipoti.

Le persone over 50 che conosco vanno a ballare, fanno vacanze in moto, vanno nei ristoranti gourmet, corrono, vanno a teatro, leggono libri, fanno viaggi, giocano a tennis, vanno in palestra, si vestono alla moda, visitano mostre, ridono, amano la vita.

 Quali sono i social media per over 50?

I social da utilizzare per arrivare alla generazione x sono Facebook e YouTube. Attraverso queste piattaforme è possibile per il brand acquistare visibilità, fidelizzazione dell’utente al prodotto, aumentare la visibilità del sito web o del blog, aumentare le vendite del prodotto.

Il fruitore di questi social ha, dal canto suo, la possibilità di avere informazioni sui prodotti, interagire con il brand attraverso le call to action, avere informazioni sul prodotto dagli altri follower. 

L’interazione sembra perfetta, a questo punto la cosa che sembra mancare, o perlomeno non essere soddisfacente, è la gamma dei prodotti che si rivolgono ad un pubblico maturo. Il fatto che nelle ricerche effettuate, ricorre molto spesso la voce che gli over 50 non si sentono rappresentati dovrebbe far pensare a quante potenzialità vengano gettate al vento.

A ovviare a questa mancanza sono arrivate le donne âgée che con la loro naturalezza, allegria e un pizzico di spudoratezza sono diventate le vere protagoniste dei social media, tanto da dare vita a un fenomeno che viene chiamato greynaissance. La rinascita grigia delle donne over 60, donne che parlano di moda, di bellezza, di interessi, di viaggi, di menopausa. Queste donne belle, eccentriche, qualche volta eccessive hanno saputo ben interpretare la voglia di vivere delle donne, mostrando se stesse per quello che sono: delle splendide cinquantenni, sessantenni, settantenni, ottantenni. L’era della rincorsa all’eterna giovinezza è terminata.

Instagram per over 50 

Instagram non è uno dei  social più seguiti dagli over 50, che amano di più avere informazioni che apparire.

Su Instagram, infatti, sono le foto a giocare un ruolo fondamentale. La nostra vita è tutta nelle immagini che postiamo: vacanze, cene, acquisti, corsi, amici, tutto viene fotografato e postato in tempo reale. Instagram è un po’ il diario fotografico della nostra vita.

È un bellissimo social per chi parla di moda, di beauty, di cucina, di viaggi perché le foto possono essere molto accattivanti. Una certa maestria nel fare le foto, anche se scattate con il cellulare non può che aiutare. Oltre alle immagini, cliccando sulla foto è possibile avere informazioni su brand e luoghi, in alcuni caso è possibile acquistare direttamente dal sito del brand.

L’utilizzo delle stories, che durano soltanto 24 ore, permette di avere una interazione con i follower che va oltre il like, inserendo sondaggi o domande si crea una call to action con le persone che seguono l’account e una maggiore fidelizzazione al prodotto. 

Instagram è molto utilizzato dai giovani che chiedono social network veloci e immediati, ma aspettiamo ulteriori e recenti statistiche per vedere se con il passare del tempo anche gli over 50 si adegueranno alla velocità dell’informazione. 

Linkedin over 50

Linkedin è il social network che viene utilizzato soprattutto per il business, non è un caso se viene utilizzato pochissimo dagli over 50. Di solito passati i cinquant’anni, è facile che il lavoro sia consolidato e ci si stia avvicinando al pensionamento, c’è quindi un certo disinteresse verso il mondo del lavoro o quantomeno alla ricerca del lavoro.

Ultimamente sono sempre più le persone che, con grande coraggio, arrivati alla mezza età decidono di lasciare un lavoro sicuro per dedicarsi ad attività meno stressanti o più rispettose della persona e dell’ambiente. Non sono un numero esiguo le persone over 50 che decidono di dedicarsi a un hobby o a una passione che poi sfocia in una attività lavorativa. In questi casi Linkedin può essere di grande aiuto. Questo social network prevede che venga compilato

curriculum vitae dove sono scritte le passioni, le competenze  e gli obiettivi. Si formano così gruppi di persone con interessi e competenze simili dai quali le aziende possono attingere quando hanno bisogno di persone con tali requisiti e dove è possibile avere contatti di lavoro. Si ricevono messaggi di questa o quell’azienda che cerca numero x di persone in quel ruolo e con quelle competenze, ma è anche possibile creare delle sinergie di interessi ed obiettivi all’interno del gruppo. Insomma un social network da non trascurare anche per gli over 50.  

 

Questo articolo fa parte di “Bloginrete” de LeROSA, progetto di SeoSpirito Società Benefit srl, in collaborazione con &Love e Scoprirecosebelle, che ha come obiettivo primario ascoltare le donne, collaborare con tutti coloro che voglio rendere concrete le molteplici iniziative proposte e sorridere dei risultati ottenuti. È un progetto PER le donne, ma non precluso agli uomini, è aperto a chiunque voglia contribuire al benessere femminile e alla valorizzazione del territorio, in cui vivere meglio sotto tutti i punti di vista. 

 

 

Rita Palazzi
Pubblicato da