prova costume senza stress

Prova costume: come evitare lo stress

Come ogni anno all’arrivo dell’estate si avvicina la fatidica prova costume con tutta l’ansia che questa comporta, quest’anno più che mai con i chili presi dall’inattività forzata.

In questo articolo troverai tutti i consigli per vivere la prova costume in serenità.

La prova costume non riguarda soltanto le giovani donne che vogliono vedersi belle e sentirsi ammirate, ma riguarda tutte le donne. Anche noi over 50 vogliamo sentirci belle e vorremmo vedere i nostri corpi in forma, compatibilmente con l’età.

Purtroppo il passare del tempo è ingeneroso e, se non prendiamo provvedimenti costanti e duraturi, il nostro corpo non ci soddisferà molto, soprattutto quando è il momento di esporlo con le vacanze al mare che ci impongono l’utilizzo di costumi da bagno.

Lasciare scoperto gran parte del nostro corpo ci rende vulnerabili nei confronti degli sguardi impietosi degli altri.

Le nostre imperfezioni diventano evidenti e questo potrebbe renderci stressate e insicure in mezzo agli altri.

C’è qualcosa che possiamo fare all’ultimo momento per renderci più belle e più sicure di noi, oltre alla promessa che lavoreremo con costanza tutto l’anno per sentirci in forma?

Le regole fondamentali per sentirci a nostro agio indossando soltanto un costume sono le regole che tutte conosciamo:

  • Alimentazione sana: piccole porzioni di proteine e di carboidrati dei cereali e porzioni maggiori di carboidrati delle verdure. Poco alcol e zuccheri.
  • Attività fisica: deve comprendere il lavoro aerobico per bruciare i grassi e il lavoro con pesi per tonificare la muscolatura.
  • Bere molta acqua
  • Idratare la nostra pelle con creme che stimolino la formazione di tessuto collagene che è deficitaria dopo i cinquant’anni.

Perché queste regole a tutti note siano efficaci, dovrebbero essere seguite con costanza tutto l’anno.

La costanza è la bestia nera di tutte noi, che vorremmo risolvere il problema con soluzioni veloci come dimagrire in un mese o essere in forma con pochi giorni di attività fisica.

Mettiamocelo bene in testa: questo non è possibile.

Ora che il percorso corretto è chiaro vediamo quello che invece possiamo fare velocemente per minimizzare le imperfezioni.

Quando la prova costume diventa uno stress

Invecchiare non piace a nessuno e l’immagine che abbiamo di noi stesse è un’immagine molto più giovane della nostra età reale, è quindi chiaro che quella che ci rimanda lo specchio, soprattutto se non ci siamo presi cura del nostro corpo, è una immagine che non ci rappresenta.

Vorremmo tutte avere la pelle tonica e senza cellulite, idratata e senza macchie, senza rotolini e cedimenti; per fare questo c’è bisogno di un lavoro costante e dell’accettazione dei cambiamenti che avvengono con il trascorrere degli anni.

Gli stereotipi che penalizzano chi non rientra nei canoni imposti e la stigmatizzazione dell’età matura rendono noi donne sensibili a tutto quello che è l’apparire, come se solo questa fosse la parte importante dell’essere.

La prova costume è uno stress per tutte le donne in generale, tanto da essere stata codificata come Bikini Blues, secondo uno studio australiano della Flinders University

Lo studio è stato condotto su 100 studentesse, alcune delle quali arrivavano a manifestare un vero disagio psicologico di fronte alla prova costume. Quest’ansia è stata motivata come una specie di sdoppiamento dal corpo che viene aspramente criticato da noi stesse e visto pieno di difetti quasi inesistenti.

Nel nostro paese il 14% degli abitanti non ha problemi con la prova costume, mentre il 34% delle donne e il 39% degli uomini si vede in sovrappeso. Dei 1300 italiani intervistati il 34% prova ansia e il 38% arriva a sentire sconforto nel vedere la propria immagine in uno specchio, secondo lo studio del magazine online In a Bottle.

Leggendo questi numeri capiamo quanto certi bombardamenti mediatici sulle forme e misure della bellezza entrino nelle nostre teste, ma siamo sicuri che non sia questa una percezione distorta del bello?

Amare noi stesse e il nostro corpo è la cosa più saggia che possiamo fare per vivere con serenità qualsiasi prova, anche quella del costume. 

Cosa fare prima della prova costume

La regola per minimizzare quelli che noi vediamo come difetti è avere costanza nelle due cose fondamentali per la forma fisica e la salute

  • mangiare bene  
  • fare attività fisica.

Questo non vuol dire stare a dieta perennemente e morire di sovrallenamento. Mangiare bene vuol dire mangiare sano, seguire un’alimentazione che gratifichi il gusto e non sia troppo ricca di grassi e zuccheri.

Regolarsi nelle porzioni e con i condimenti ci aiuta a mantenere il nostro corpo in salute, perché è proprio la salute la molla che ci dovrebbe fare cambiare atteggiamento. 

Anche per l’attività fisica dobbiamo seguire una gradualità nell’intensità e nella durata. 

Ricordiamoci che se vogliamo perdere la pancia fare 1000 addominali non sortirà l’effetto sperato, dobbiamo prima fare del lavoro aerobico che ci permette di perdere grasso (che viene perso in misura maggiore dove è più abbondante). Per perdere il pancino è molto più saggio fare cyclette o corsa o camminata piuttosto che morire di addominali. 

Il nostro corpo inizia a bruciare i grassi dopo 20-30 minuti di attività aerobica, perché prima utilizza gli zuccheri.

Se non siamo stati in grado di seguire queste indicazioni semplici, non ci colpevolizziamo troppo.

Possiamo iniziare a camminare (proprio in virtù della gradualità) per un’ora a passo veloce tutti i giorni e a ridurre l’apporto calorico di zuccheri e grassi. 

Iniziamo a bere più di un litro e mezzo di acqua al giorno, che oltre a depurare il nostro organismo ci induce un senso di sazietà.

La cosa più importante è amare il nostro corpo.


Amare il proprio corpo e curarlo

Guardiamoci con occhi critici, ma anche con occhi amorevoli.

 La perfezione è stata inventata da chi vuole arricchirsi sulle nostre spalle, amiamo le nostre imperfezioni e cerchiamo di farle diventare un punto di forza.

Non è il nostro pancino che comunica con gli altri: sono i nostri occhi che riescono a parlare, come i nostri sorrisi.

E amandoci possiamo fare qualcosa per migliorare il nostro aspetto con obiettivi realistici:

  • scrub
  • fanghi
  • idratazione

Anche se siamo qualche chilo sovrappeso e non abbiamo la tartaruga sulla pancia possiamo migliorare il nostro aspetto avendo cura della nostra pelle. Una pelle idratata e liscia mimetizza qualche chilo in più.

Innanzitutto facciamo un bello scrub per togliere le cellule morte e dare nuovo vigore alla pelle del nostro corpo.

Potete acquistarne in commercio o prepararne uno in casa. 

Uno scrub potente che funziona anche per combattere la cellulite è quello fatto con fondi del caffè. Mescolate in pari quantità fondi del caffè e olio di oliva o di mandorle. Passate lo scrub su tutto il corpo (evitando il viso) prima della doccia con un massaggio, sciacquate con acqua calda.

Vi ritroverete con una pelle levigata e pronta ad assorbire la crema idratante più profondamente.

Altra cosa da fare sono i trattamenti anticellulite, quelli che preferisco sono le bende Slim-me di Veralab il laboratorio dell’Estetista Cinica, acquistabili sul sito. 

Da fare una volta alla settimana per un mese, ridurranno in modo notevole la pelle a buccia d’arancia, con risultati visibili già dalla prima applicazione.

Subito dopo avere utilizzato le bende, applicate una crema idratante o l’Olio Denso acquistabile sempre sul sito dell’Estetista Cinica, un olio che migliora la pelle riducendo discromie ed elasticizzandola.

Con la pelle così curata e con la scelta del costume da bagno giusto non potrete che essere irresistibili anche con qualche chilo in più.      

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email

Scrivimi