Xu Hong Fei sculpture Siena

Celebriamo la bellezza curvy con le “Chubby Women” dell’artista Xu Hongfei

Xu Hong Fei sculpture Siena

 

L’artista cinese Xu Hongfei (Wikipedia) , 51 anni, Rettore dell’Accademia di scultura di Canton, ha portato le sue “Chubby Women” nella mia amata Siena.

Con l’iniziativa “SienaContemporanea” la città è stata invasa da un’elettrizzante ondata di fermento culturale che ha trasformato vie, piazze, giardini e parchi urbani in un grande museo a cielo aperto.

 

Imperdibile l’occasione di vedere da vicino le sculture di uno degli artisti cinesi più apprezzati in patria e non solo. Xu Hongfei ha ben chiara la mission del suo lavoro, quella di diffondere un’idea di bellezza democratica in un percorso verso la valorizzazione della diversità estetica e dell’armonia delle forme generose. Le opere che ne derivano potrebbero farci pensare ad una sorta di Botero della scultura (Wikipedia).

Nella visione di Xu Hongfei, ci sono molti tipi di bellezza e molti tipi di sensualità, con le “Chubby Women” intende celebrare quelle delle forme abbondanti. È un modo, parafrasando l’artista, di dare voce anche a chi non rientra nei canoni estetici legati alla magrezza. Afferma “Noi facciamo ipotesi circa il modo in cui vivono la loro vita o quanto infelice siano. Per me si tratta di falsità. Le donne dalle taglie abbondanti possono condurre vite piene”(source Standard).

 

La bellezza di queste sculture è nell’equilibrio tra la mastodonticità delle forme e la leggerezza e l’agilità che esprimono. Sono ritratte in pose importanti, in movimenti che non passano inosservati ma, nonostante la loro mole, il raffinato senso dell’humour con sui sono plasmate suscita una forte empatia.

La simpatia che ne percepiamo è una componente essenziale delle opere. L’obiettivo di Xu Hongfei, infatti, è quello di renderle opere vive grazie all’interazione con i passanti all’interno del contesto urbano in cui sono inserite.

Non si tratta di monoliti da guardare da lontano, le “Chubby Women” sono statue con cui interagire, fruibili, avvicinabili.

Sono statue bellissime, che ispirano allegria, realizzate per essere vissute e suscitare reazioni attive nelle persone ma, ancor più rilevante, nascono dalla volontà di ricordarci quanto siamo belle anche con qualche rotolino in più.

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email

Scrivimi