Saldi invernali 2021: quando, cosa, dove e perché comprare

Saldi invernali 2021: quando, cosa, dove e perché comprare

Come ogni inizio anno che si rispetti è quasi giunto il momento dei saldi invernali 2021.

Reduci da un 2020 che ha penalizzato acquisti e prove, vediamo insieme:

  • quando inizieranno i saldi regione per regione;
  • cosa comprare;
  • dove acquistare
  • perché acquistare.

A causa della pandemia e del colore assegnato alle regioni, abbiamo avuto un anno con negozi del settore moda chiusi per un lungo periodo.

Siamo stati interdetti agli acquisti e, quando era possibile farli, le aspettative nefaste hanno fatto sentire a molti che poteva essere una cosa inutile spendere denaro in abiti che non avremmo avuto la possibilità di indossare.

Adesso i saldi invernali 2021 possono essere una bella opportunità per acquistare un indumento a prezzo ridotto e la possibilità per il venditore di contenere le perdite.

 
Photo by Nana Miya on Unsplash

I magazzini sono pieni di capi invenduti, vista l’impossibilità di uscire, di fare feste, di partecipare a eventi e anche l’impossibilità di andare a cena fuori. Senza menzionare matrimoni, comunioni e battesimi, che hanno dato il colpo di grazia a un settore in crisi per i motivi appena ricordati.

L’inverno 2020 è stato l’anno delle tute da ginnastica indossate dalla mattina alla sera, delle ciabatte e della consapevolezza che a certe cose si può anche rinunciare.

Ed è vero che possiamo rinunciare ai trend di stagione, ma non è così scontato che indossare abiti informi e senza personalità faccia bene alla nostra psiche.

L’abbigliamento e il nostro stile sono l’esternazione di noi stesse, la percezione che noi abbiamo di noi stesse che viene palesata agli altri. Vestire sempre con tute informi può far aumentare la nostra insoddisfazione e il nostro disagio, soprattutto in un periodo triste come quello che stiamo vivendo.

Anche per questo motivo è importante fare degli acquisti, in questo modo riusciamo a caratterizzare bene chi siamo e a sentirci bene nei nostri panni.

L’arrivo del vaccino, quello del nuovo anno e quello dei denari messi a disposizione dalla comunità europea per la rinascita, ci danno una visione diversa del futuro.

Siamo pronti agli acquisti che, secondo l’Ufficio Studi di Confcommercio, muoveranno circa 4 miliardi di euro.

Saldi invernali 2021: quando inizieranno regione per regione

L’inizio dei saldi invernali 2021 è diverso da regione a regione e condizionato dal Covid, infatti sono molte le regioni che hanno deciso di posticipare al 9 gennaio l’inizio dei saldi per non essere penalizzati dall’attuale zona rossa che si protrarrà fino al 6 gennaio.

La Valle d’Aosta, il Molise, la Campania, la Basilicata e la Sicilia hanno iniziato i saldi il 2 gennaio. La Sicilia ha chiesto di poter posticipare per la stretta del governo.

L’Abruzzo vedrà partire i saldi il 4 gennaio e il 5 la Sardegna.

Il 7 gennaio la Calabria, la Lombardia, il Friuli Venezia Giulia, il Piemonte e la Puglia inizieranno gli sconti di fine stagione e il 9 l’Umbria.

Il Lazio inizierà dal 12 gennaio, mentre le Marche e la provincia di Bolzano inizieranno gli sconti il 16 gennaio.

In Liguria si inizierà con i saldi il 29 gennaio, mentre il Veneto, la Toscana e l’Emilia Romagna cominceranno a fare le svendite il 30 gennaio.

Insomma un bel caos che non è ancora del tutto definito perché alcune regioni stanno cercando di posticipare l’inizio dei saldi quando i clienti potranno andare nei negozi per gli acquisti.

Saldi invernali 2021: quando, cosa, dove e perché comprare

A questo proposito Federazione Moda Italia e Confcommercio hanno stilato un decalogo di regole, in parte già noto, affinché gli acquisti vengano fatti in sicurezza.

È previsto:

  • distanza di un metro all’interno del negozio e fuori durante l’attesa per l’ingresso;
  • disinfezione delle mani una volta entrati;
  • obbligo di mascherina che va tenuta anche durante le prove, se consentite;
  • cartello all’ingresso che indica il numero di persone consentito contemporaneamente all’interno del negozio.

Il negoziante deve:

  • scrivere il prezzo di partenza, la percentuale di sconto e il prezzo finale di ogni oggetto in vendita;
  • fare la vendita a saldo per capi di moda attuali, se esposti quelli di stagioni passate devono essere largamente deprezzati;
  • secondo sua discrezione, permettere o meno la prova del capo, se permessa il cliente deve comunque mantenere sempre la mascherina anche durante la prova;
  • avvisare che le riparazioni sono a carico del cliente;
  • accettare e favorire la transazione elettronica.

Cosa comprare durante i saldi

Il Covid-19 ha condizionato non solo le nostre sortite nei negozi, ma anche i nostri gusti in fatto di acquisti.

È sempre più importante la qualità del prodotto, come stimolo per l’acquisto. Il capo deve durare nel tempo e deve essere fatto con materiali consoni e rispettosi dell’ambiente. Questo sembra un grande passo avanti per migliorare l’impatto negativo che la moda ha sull’ambiente.

Il fatto che un capo debba durare ha una valenza più che positiva sull’inquinamento; sembra infatti che una delle sue cause sia proprio il fatto che la vita di un oggetto non ha la durata minima, prevista in due anni, per far sì che non impatti in modo altamente negativo sull’ambiente.

A questo proposito vi ricordo che potete vendere abiti e accessori sui siti di second-hand come Vestiaire Collective, proprio per aumentare la loro durata. Farete un grande piacere al mondo che ci circonda e potrete recuperare parte del denaro speso per l’acquisto.

Vediamo insieme cosa acquistare per i saldi invernali.

Visto che vogliamo capi che durano nel tempo, è questo il momento di comprare un bel cappotto. Con i saldi che vanno da un 40 a un 50% possiamo acquistare una cosa bella a un prezzo adeguato, anzi vantaggioso.

Un cappotto lungo, se manca nel vostro armadio, da indossare con qualsiasi tipo di abito è una scelta ottima. In panno di lana o cachemire oppure in velluto, è il tipo di cappotto che può essere utilizzato per una situazione che richiede un abbigliamento elegante, ma è perfetto anche su un tipo di abbigliamento più facile e quotidiano.

Akris, Dries Van Noten, Materiel su Net-a-Porter

Se il cappotto midi lo avete già potete sceglierne uno più corto da poter indossare tutti i giorni, non per questo meno bello o pregiato.

Max Mara, Ann Demeulemeester, Stella McCartney su Net-a-Porter

Per la scelta dei cappotti vi consiglio di dare di nuovo un’occhiata all’articolo Moda Inverno 2020 over 50: cosa comprare, dove parlo dei trend dell’inverno 2020.

Un capo da comprare assolutamente perché uno dei pezzi di tendenza della primavera è la giacca maschile, da abbinare con i pantaloni uguali o da indossare su abiti o sui jeans.

Max Mara, The Attico, Noli Lotan su Net-a-Porter
Michael Lors Collection, Max Mara, JW Anderson su Net-a-Porter

Un altro must-have della primavera sono le paillettes. Indossate in modo elegante per la sera o per le occasioni importanti o sdrammatizzando l’allure importante abbinandole ai jeans.

Non potete esimervi dall’acquisto di un capo con le paillettes, è sufficiente anche un top da indossare sotto la giacca o sotto una camicia che lo lasci intravedere.

Naeem Khan, Tom Ford, Galvan su Net-a-Porter
Ganni, Galvan, In The Mood For Love su Net-a-Porter

Chi cerca qualcosa da indossare sempre da adesso fino alla primavera inoltrata può approfittare dei saldi per acquistare una camicia in seta, bellissime in tinta unita, scegliendo un colore particolare, o con disegno.

Stella McCartney, Versace, Nanushka su Net-a-Porter

Un ottimo acquisto è un abito midi (per conoscere le motivazioni vi rimando al post Il vestito midi per le over 50: quando e come indossarlo), la scelta dovrà essere fatta tenendo sempre in considerazione la prossima primavera.

Zadig&Voltaire, Etro, Camilla and Marc da Selfridges
Whistles, Camilla and Marc, Claudie Pierlot da Selfridges

Quando acquistiamo un capo d’abbigliamento a saldo, dobbiamo acquistare quello che ci piace, che ci sta bene, che esalti le nostre caratteristiche fisiche e/o quelle emotive e il capo del quale non vorremmo mai disfarcene.

Dovremmo avere bene in mente quello che abbiamo già nell’armadio per poter creare nuovi abbinamenti, facendo girare i vari pezzi. L’idea che un indumento, se è della stagione precedente, è passato di moda non ha senso.

Tutto quello che ci piace e che ci ispira a creare i nostri outfit è di moda e attuale, lo vediamo anche nelle collezioni degli stilisti, che propongono più o meno sempre le stesse cose.

Questo che vi mostro è l’abito di Etro che ho comprato ai saldi, come potete vedere il disegno è tipico degli abiti del brand e non è molto diverso dal modello della primavera.

abito Etro, cappotto Zara, borsa AtelierC, sandali Dries Van Noten
photo Samuele Vannoni

Dove acquistare per i saldi e perché

Ora che abbiamo visto cosa poter acquistare per i saldi invernali 2021, vediamo insieme dove è possibile comprare a un prezzo vantaggioso per noi acquirenti.

La scelta numero uno rimangono sempre i negozi di fiducia che sono nella nostra città. È la scelta migliore per diversi motivi:

  • le persone che li gestiscono e ci lavorano conoscono i nostri gusti, sanno quindi consigliarci per il meglio;
  • abbiamo la possibilità di provare quello che vogliamo acquistare;
  • manteniamo in vita le attività delle nostre città;
  • se sono i nostri negozi di fiducia, vuol dire che gli indumenti che troviamo all’interno del negozio soddisfano i nostri gusti;
  • abbiamo la possibilità di toccare con mano i tessuti e la maglieria.

Se nei negozi di fiducia non troviamo la taglia del pezzo che ci piace o non troviamo l’indumento che stavamo cercando, abbiamo la possibilità di acquistare online. Non è infrequente che i negozi più importanti offrano la possibilità di fare acquisti online, basta cercare sul web per vedere dove e come fare.

I grandi e-commerce iniziano i saldi molto presto, con una concorrenza per i commercianti che spesso è impossibile da contrastare.

I prezzi sono scontati dal 30 al 60% e all’inizio vengono selezionati i prodotti in saldo, man mano che passano i giorni vengono aggiunti tutti i pezzi della stagione. Facendo una ricerca sul web non è raro trovare indumenti a prezzo pieno in un sito e a metà prezzo in un altro.

Gli e-commerce di abbigliamento di lusso più importanti sono: Net-a-Porter, My Theresa, Farfetch e negozi come LuisaviaRoma, Selfridges, SaksFifthAvenue che vendono online in tutto il mondo.

Più commerciali e a buon prezzo Asos, Zalando e Amazon e le catene Zara e H&M. È davvero impossibile non trovare l’articolo giusto per le nostre esigenze.

Hai trovato utile questo articolo?

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email

Scrivimi