pamela anderson

Pamela Anderson e la visione olistica della bellezza

A 56 anni Pamela Anderson senza trucco è diventata l’icona dell’invecchiamento con la sua bellezza naturale e autentica.

Chi di voi non si ricorda la formosa e bionda bagnina nel suo costume rosso alle prese con i salvataggi dei turisti sulla spiaggia di Malibu nella serie televisiva Baywatch?

Una bagnina perfettamente truccata e pettinata nello stile simil Bardot. Considerata una bomba sexy, la Pamela Anderson over 50 si mostra senza trucco in tutta la sua curata bellezza.

Uno stimolo per riflettere sul vero concetto di bellezza, quella che non ha bisogno di artifici per palesarsi, bellezza negata soprattutto alle donne mature.

In un’epoca caratterizzata dai social dove ritocchi e filtri sono utilizzati da tutti quotidianamente, il volto senza trucco di Pamela Anderson è quasi un atto di ribellione e un invito a guardare oltre le apparenze.

Partendo dal volto senza trucco di Pamela Anderson voglio mostrarvi una visione olistica della bellezza, dove corpo e mente vanno di pari passo per raggiungere un benessere che si esplicita attraverso una bellezza naturale, ma curata e attenta alla skincare senza nascondere i segni del tempo.

pamela anderson senza trucco
Pamela Anderson alla sfilata Westwood (licenza Launchmetrics Spotlight)

Pamela Anderson senza trucco

Senza il velo del trucco la Pamela Anderson che ci appare è una donna autentica e imperfetta.

Le linee delle rughe che l’età ci regala, le piccole discromie, le occhiaie raccontano la storia vera della donna, verità spesso mascherata da un trucco atto a coprire tutto quello che sembra non dovremmo apprezzare: i segni dell’età.

E forse Pamela vuole proprio stimolarci a sfidare gli stereotipi sulle donne over 50, quei cliché che ci vogliono belle solo se giovani e in forma. Vedere la bellezza globale dell’individuo, data dalle esperienze vissute, dallo stile di vita, dalla cura di sé, dalla gioia per la vita, dalla unicità che ci caratterizza è una scoperta che dobbiamo assolutamente fare per vivere felici.

Mostrarci senza trucco mostra la nostra autenticità e denota una grande sicurezza in noi stesse, l’orgoglio e l’accettazione degli anni che passano è fare tesoro delle nostre esperienze e delle conoscenze conquistate negli anni. È la dimostrazione che la bellezza è davvero olistica, dove i nostri sentimenti ed emozioni si riflettono sul nostro corpo e lo rendono meraviglioso.

Nella vulnerabilità di un volto senza trucco, troviamo la forza di essere veri, di amare noi stessi senza riserve e di abbracciare la bellezza che evolve con il tempo.

Bellezza e invecchiamento

Non esiste bellezza con l’invecchiamento è quanto ci viene mostrato quotidianamente sui media.

Le pubblicità per creme antiage sono presentate da bellissime giovani donne, ancora molto lontane dal mostrare i segni del tempo, come se ci fosse una vergogna, un pudore a rappresentare l’età matura per quello che è nella realtà.

La bellezza autentica, come ci mostra Pamela Anderson nelle sue foto senza trucco, è accettazione di sé e capacità di non temere i giudizi esterni.

Guardando la bellezza da un punto di vista diverso, le rughe sul viso diventano la testimonianza del nostro vissuto, delle nostre risate e dei pianti disperati, qualcosa di cui andare fieri e che ci ricorda che ogni fase della vita è bella.

Se ci lasciamo stritolare dai luoghi comuni che ci vogliono sempre giovani, non avremo più una vita felice perché la rincorsa verso ciò che non siamo non è mai vincente. Accetteremo di sfigurare il nostro viso con trattamenti che, promettendo il ritorno alla giovinezza, ci faranno solo apparire gonfie e artefatte come delle bambole. La nostra unicità verrà azzerata dal voler soddisfare dei canoni estetici quasi ridicoli che rendono ogni donna il clone di un’altra.

Pamela Anderson ci dice che si guarda allo specchio e le viene da ridere perché è in grado di vedere i cambiamenti sul suo viso del tempo che passa, ma è assolutamente in grado di accettarli e di piacersi per quello che è.

La skincare routine dalla quale non si può prescindere

Accettare l’autenticità non vuol dire rinunciare alla cura della pelle. È proprio la cura del corpo che ci permette di essere belle anche senza trucco.

Non una rincorsa all’eterna giovinezza, ma amore verso noi stesse. Essere nella forma migliore ad ogni età è un regalo che ci facciamo e dimostra il rispetto che abbiamo verso la nostra salute.

La visione olistica della bellezza va ben oltre l’aspetto estetico, la salute e il benessere della pelle sono visti come parte integrante di un equilibrio più ampio tra corpo, mente e spirito.

È impossibile o assai improbabile raggiungere questo equilibrio se siamo ossessionate dalla giovinezza.

L’accettazione degli anni che passano, non con rassegnazione, ma con orgoglio, ci permette di vivere in serenità.

Ma come e in cosa si differenzia la skincare nella visione olistica di bellezza?

La skincare olistica inizia con una attenzione a quello che immettiamo nel nostro corpo. Una dieta equilibrata, una idratazione adeguata e uno stile di vita sano contribuiscono alla bellezza e alla salute della pelle.

Poiché c’è una stretta correlazione tra corpo e mente, lo stress e le preoccupazioni si manifestano sul nostro viso con acne, colorito grigiastro, accentuazione delle rughe e delle occhiaie. Le tecniche di rilassamento e l’attività fisica contribuiscono alla riduzione delle tensioni e dello stress rendendo più bella la pelle.

La scelta dei prodotti per la skincare deve prestare la stessa attenzione all’ambiente che al tipo di pelle e al problema che vogliamo risolvere o migliorare. La bellezza del mondo che ci circonda ci aiuta a manifestare la nostra. I prodotti cruelty-free e sostenibili sono quelli da scegliere.

Avere cura della pelle adottando una disciplina alimentare, fisica e mentale precocemente aiuta a prevenire rughe e cedimenti, mantenendo il corpo nella sua forma migliore compatibile ad ogni età.

pamela anderson da isabel marant
Pamela Anderson alla sfilata Isabel Marant (licenza Launchmetrics Spotlight)

Pamela Anderson e il brand Sonsie

Da rappresentante di un trucco molto accentuato a beniamina del no make up, è positivo vedere come Pamela Anderson, a 56 anni, stia abbracciando il settore della skincare in modo così attivo diventando co-fondatrice e proprietaria del brand di cosmesi Sonsie.

Questa notizia riflette il suo impegno costante nei confronti della cura della pelle e la sua volontà di condividere la sua esperienza e conoscenza nel settore.

Sonsie è un brand vegano, cruelty-free e sostenibile, per il rispetto della pelle e dell’ambiente.

Nella descrizione del brand sta tutta la filosofia di Pamela Anderson: “Il nostro nome, Sonsie, incarna la nostra convinzione che un aspetto sano sia profondamente legato al benessere interiore.
Per me la vera bellezza consiste nel celebrare l’autenticità. Voglio apparire come me stessa, sentirmi come me stessa e questo significa prendermi cura di me stessa alle mie condizioni.

L’unicità dell’individuo, l’importanza e connessione dell’esteriore e dell’interiore ci spingono verso una visione diversa della bellezza, una visione più completa e meno riduttiva che ci permette di apprezzare tutto il meraviglioso e complesso splendore di ogni individuo.

Per concludere, io amo truccarmi perché mi diverte, ma abbraccio e promuovo il concetto di bellezza naturale e quella che deriva dalla nostra unicità, lo sapete voi che mi seguite da tempo.

Qual è il vostro concetto di bellezza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su:

Chi sono

Consulente di stile, style e beauty blogger. Gli abiti parlano di noi, delle nostre emozioni, dei nostri desideri, dicono chi siamo e quello che vogliamo. Se il tuo stile non riesce a comunicare tutto questo fissa una consulenza con me.

Scrivimi

Newsletter