massaggio viso per over 50

Massaggio viso: qual è il migliore per over 50

Esiste un massaggio viso migliore di un altro? E davvero il massaggio al viso è utile per donne over 50 che presentano i segni dell’invecchiamento sul proprio volto?

Mentre c’è una grande evidenza scientifica sui benefici del massaggio in generale, c’è ancora tanto da scoprire sul massaggio al viso e i suoi effetti benefici.

Non tutti i medici, dermatologi e chirurghi estetici sono concordi nell’asserire che il massaggio al viso dia reali risultati come anti-age.

L’invecchiamento non è una malattia, ma un processo biologico naturale e irreversibile che viene influenzato da fattori intrinseci ed estrinseci. Non è possibile arrestare il processo d’invecchiamento, ma possiamo con le conoscenze che abbiamo, lavorare in modo da rallentare questo processo.

Mi spiego meglio: c’è una grande differenza tra chi è attento alla propria salute mangiando bene, facendo attività fisica, non fumando, utilizzando creme a protezione solare (tanto per citarne alcune) e chi, invece, mangia male, non fa attività fisica, fuma, non protegge la propria pelle dai raggi solari. Nel primo caso l’invecchiamento apparirà meno marcato, nel secondo molto più evidente.

In questo articolo troverai:

  • quali fattori determinano l’invecchiamento del viso;
  • effetti benefici del massaggio al viso;
  • quale tipo di massaggio scegliere;
  • come fare il massaggio al viso.

Sono invece tutti concordi nel potere rilassante del massaggio al viso e al collo.

Il massaggio in generale ha molti effetti positivi che vanno dal rilassamento muscolare al miglioramento della circolazione, alla riduzione dello stress fino ad aumentare le capacità immunitarie del nostro corpo.

Studi recenti hanno riscontrato tali benefici anche nel massaggio al viso.

Vi sarà capitato di andare dall’estetista e di tornare a casa, oltre che completamente rilassate, anche con un viso diverso, come se aveste fatto un lifting. Questo effetto è inconfutabile, tutte noi lo abbiamo visto e provato, peccato che il risultato sia temporaneo.

Quali fattori determinano l’invecchiamento del viso

Come ho già detto l’invecchiamento del viso dipende dai fattori intrinseci come i fattori genetici, i processi metabolici e ormonali e fattori estrinseci come l’esposizione costante ai raggi solari, l’inquinamento, le radiazioni.

Poco possiamo fare per contrastare i fattori genetici, quello che ci lasciano in eredità i nostri genitori e i nostri avi non può essere modificato.

Sui processi metabolici e ormonali non possiamo agire direttamente, la menopausa può essere rallentata con la terapia sostitutiva, ma non è sempre possibile e non può durare a lungo perché potrebbe facilitare l’insorgenza di patologie più dannose dell’invecchiamento del viso.

Questo è dato dalla riduzione della produzione di collagene ed elastina. Il primo dà sostegno alla pelle, la seconda la mantiene elastica.

La mancanza di elasticità porta al cedimento della cute, questo è evidente nel contorno del viso che perde la sua definizione, nelle guance che diventano meno toniche e nelle palpebre che diventano calanti.

Inquinamento ed esposizione ai raggi solari sono le maggiori cause della formazione dei radicali liberi, che distruggono il collagene.

Contro questi fattori estrinseci possiamo fare qualcosa:

  • utilizzare creme schermate per la protezione dai raggi solari. Questa è una delle cose che dovremmo fare quotidianamente: in estate e in inverno, con il sole e con la pioggia;
  • una pulizia accurata del viso con prodotti specifici per il tipo di pelle per rimuovere tutte le impurità date dall’inquinamento.
  • utilizzare creme e sieri antiossidanti per neutralizzare i radicali liberi. Le vitamine C ed E sono degli ottimi antiossidanti con un potere maggiore se associate;
  • scegliere creme con vitamina A e i suoi derivati (retinolo) che sono fondamentali per la stimolazione del collagene e delle fibre elastiche.

Vediamo ora come il massaggio al viso può aiutarci nel contrastare gli effetti dell’invecchiamento cutaneo.

Effetti benefici del massaggio al viso

Il massaggio al viso ha radici millenarie nell’estremo oriente. Cina e Giappone utilizzavano tecniche di massaggio facciale per liberare l’energia, rilassare e come tecnica di eterna giovinezza.

Nella nostra concezione occidentale il massaggio al viso dovrebbe avere proprietà:

  • drenanti
  • antirughe
  • rilassanti
  • liftanti.

Questo è quello che si aspetta chi si rivolge all’estetista per migliorare il proprio aspetto.

Ma quali sono gli effetti che hanno un riscontro scientifico sul massaggio facciale?

Il massaggio al viso:

  • aumenta la circolazione sanguigna locale;
  • stimola la produzione di collagene;
  • stimola la produzione di elastina;
  • facilita l’assorbimento di crema e/o siero;
  • rilassa la muscolatura del viso;
  • stimola il sistema linfatico;
  • dà un effetto tensore al viso, anche se temporaneo.

Possiamo quindi affermare che il massaggio riesce a soddisfare le richieste della cliente, che vedrà migliorato il proprio aspetto in relazione alle sue condizioni iniziali.

Se l’aspettativa è quella di ringiovanire di 10 anni probabilmente rimarrete insoddisfatte del risultato, ma se la richiesta è quella di migliorare il proprio aspetto, allora il massaggio al viso è un trattamento che potete inserire nella vostra beauty routine.

Bisogna però fare attenzione perché ci sono alcuni casi in cui il massaggio al viso ha delle controindicazioni:

  • pelle particolarmente sensibile,
  • psoriasi;
  • dermatite.

Se rientrate in una di queste tipologie evitate il massaggio e chiedete indicazioni al vostro dermatologo sulle terapie migliori per la vostra pelle.

Quale tipo di massaggio scegliere

Esistono diversi tipi di massaggio, che possono essere eseguiti manualmente o con degli strumenti.

I massaggi manuali prendono il nome dalle loro origini o dall’effetto che vogliono sortire.

Avremo quindi il massaggio:

  • giapponese;
  • coreano;
  • shiatsu;
  • drenante;
  • ayurvedico;
  • liftante;
  • anti-age.

Tutti i tipi di massaggio vengono eseguiti sulla cute detersa, senza trucco, in posizione sdraiata supina (pancino in su) con un piccolo cuscino o asciugamano sotto la testa ed eventualmente una fascia per tenere viso e collo liberi dai capelli.

Solitamente viene applicato sul viso olio da massaggio, che permette tutte le manovre senza strattonare la cute. L’ambiente deve essere silenzioso o con musica d’insieme come sottofondo per favorire il rilassamento della persona che di accinge a riceverlo.

I massaggi hanno tutti la stessa finalità e usano tecniche di:

  • sfioramento;
  • frizione;
  • digito pressione;
  • impastamento;
  • pince-roulé;
  • percussione;
  • vibrazione.

In base al tipo di massaggio scelto viene utilizzata maggiormente una tecnica rispetto all’altra.

La scelta del tipo di massaggio manuale dipende dalla vostra preferenza, da quello che viene utilizzato nel salone di bellezza al quale vi rivolgete. Ricordate che anche se con nomi diversi le finalità e i risultati sono più o meno gli stessi, se il massaggio viene eseguito da persone competenti.

Possiamo dire che non c’è un massaggio migliore di un altro per noi over 50, tutte le tecniche sono indicate e utili. Sarete voi a scegliere se preferite un massaggio più leggero o più profondo, uno tecnica invece di un’altra.

Per quanto riguarda i massaggi al viso con strumenti abbiamo una serie infinita di attrezzi che possono essere utilizzati anche in casa per l’auto-massaggio.

Fanno parte di questi:

  • il giada roller;
  • il gua-sha;
  • le coppette;
  • i tool con micro correnti.

I più famosi e utilizzati sono i roller che proprio per la proprietà della giada o del quarzo rosa hanno un potere decongestionante e levigante del viso. Il roller ha una impugnatura centrale e due ovali ruotanti alle estremità. Uno più grande per il viso e quello più piccolo per contorno occhi e labbra.

Vengono solitamente venduti insieme al gua sha che serve a levigare e rassodare viso e collo. Uno strumento sottile e piatto che viene appoggiato su una parte del viso o del collo e sempre rimanendo aderente alla cute viene spostato lungo le zone da trattare.

Quello che vedete qui sotto proposto da Amazon di Plantifique contiene anche un piccolo manuale sull’uso di entrambi gli attrezzi.

Le coppette vengono solitamente utilizzate nel centro estetico e funzionano per migliorare la circolazione sanguigna e distendere le rughe. Funzionano come una vacuum terapia: le coppette vengono posizionate sulla pelle unta, stringendole viene applicato una specie di risucchio sulla pelle che viene tirata verso l’alto dentro la coppetta. Questa viene mossa leggermente per fare uno stiramento sulla pelle e poi spostata in un altro punto.

È possibile fare questo tipo di massaggio a casa, ma richiede pratica e maestria per non fare più danni che benefici alla nostra pelle.

La coppettazione viene utilizzata anche per combattere la cellulite. Solitamente nella confezione trovate abbinate la coppetta viso e quella corpo.

Ci sono tool che si avvalgono di micro correnti per un effetto rassodante e levigante del viso e altri che usano il caldo e/o il freddo e ancora alcuni a ultrasuoni.

Come avete visto ci sono mille soluzioni e tutte valide per il massaggio al viso e non c’è un trattamento migliore di un altro se viene eseguito accuratamente.

Come fare il massaggio al viso

Prima di iniziare l’auto-massaggio al viso è necessario pulire la pelle e togliere il trucco, lavare bene le mani e idratare il viso con olio da massaggio. Questo serve a far scivolare bene le mani e ci consente di dosare la pressione secondo la nostra volontà.

Ecco a voi il video del massaggio, seguite bene le istruzioni e le immagini.

Va ricordato che le tecniche di massaggio sono molteplici e utilizzare alcune a discapito di altre è solo una questione di scelta personale.

Consiglio di utilizzare dell’olio per fare il massaggio perché le creme si assorbono facilmente e ci impediscono di far scivolare le mani come vogliamo.

Non insistete troppo se avete la pelle delicata ed evitate di farlo nei casi menzionati sopra: acne, dermatite e psoriasi.

Se utilizzate degli attrezzi ricordate che vanno sempre rispettate le più elementari norme igieniche, anche quando utilizziamo attrezzi nostri, che andrebbero puliti e disinfettati dopo ogni applicazione.

Il massaggio può essere fatto per 5/10 minuti quotidianamente, magari alternando quello solo manuale con quello con piccoli attrezzi. Il massaggio più profondo e lungo va eseguito ogni 5/7 giorni.

Data la capacità di assorbire in modo più efficace creme e siero, il mio consiglio è quello di provvedere in tal senso una volta che arrivate a casa dall’istituto, utilizzando i prodotti che più ritenete giusti per la vostra pelle.

Vi è stato utile questo articolo? Sono curiosa di sentire la vostra opinione e le vostre esperienze a riguardo.

(All’interno dell’articolo ci sono link Amazon affiliate).

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email

Scrivimi