intimità dopo i 50 anni

Come cambia l’intimità dopo i 50 anni

intimità dopo i 50 anni

L’eta matura porta con sé una serie di cambiamenti nel nostro corpo e nella nostra emotività che ci inducono a modificare certi comportamenti, l‘intimità dopo i 50 anni ha bisogno di piccoli accorgimenti che non rendono il sesso meno bello, ma ci aiutano a vivere al meglio la nostra intimità.

Nel 2016 il sito tedesco di incontri Club-50plus ha fatto una ricerca sul nostro territorio nazionale coinvolgendo 700 persone over50. I risultati sono stati sorprendenti: Il 72% degli italiani over50 fa sesso almeno una volta alla settimana e il 91,6% ritiene che i rapporti regolari hanno una grande importanza nella loro vita.

I preliminari sono fondamentali per il 95% del campione, che dice di conoscere meglio il partner e quindi avere un’intesa migliore, conosce meglio il proprio corpo e prova emozioni più intense.

Vi chiederete: cosa volere di più? La soddisfazione, infatti soltanto il 13,7% è pienamente soddisfatto dal rapporto sessuale.

I motivi della scarsa soddisfazione non vengono riportati. Sarebbe interessante condurre una nuova ricerca proprio su questo aspetto.

Gli intervistati non si sentono pienamente soddisfatti perché non raggiungono l’orgasmo? Perché il rapporto può essere doloroso nelle donne dopo la menopausa? Perché c’è difficoltà di erezione in alcuni uomini over 50? Perché non più sufficientemente attratti dal partner?

La ricerca non ci aiuta molto a capire come poter migliorare la qualità del rapporto.

Un altro studio condotto dall’università Anglia Ruskin di Cambridge ha evidenziato su un campione di oltre 6000 adulti, uomini e donne, una maggiore gioia di vivere in quelli che avevano avuto rapporti regolari nei 12 mesi antecedenti lo studio. Secondo gli studiosi, questa gioia per la vita e il conseguente benessere psico-fisico, porta ad essere più in salute.

Intimità dopo i 50 anni, perché abbracciare il cambiamento

intimità dopo i 50 anni

Dopo queste premesse non ci resta che abbracciare il cambiamento. Perché risulta chiaro che l’intimità è fondamentale sia per gli uomini che per le donne. Dobbiamo però essere bravi come coppie ad accettare i cambiamenti e a trarre il maggior piacere, anche se con piccoli accorgimenti.

Se ci facciamo sopraffare dai ricordi del passato o dal rifiuto degli anni che passano e dei cambiamenti che questi portano con sé, non riusciremo a vivere felicemente le grandi opportunità che ci offre la vita.

Il sesso maturo è bello, è consapevole, è lento e coinvolge tutto il nostro essere. Se dedichiamo tempo a noi e al nostro partner la nostra vita sessuale sarà estremamente appagante. E non dimentichiamoci di parlare, di esprimere quello che ci piace, ma anche quello che può essere migliorato.

La cura di se’ è la prima forma di rispetto per noi e per il partner. Spesso con il passare degli anni si tende aa avere meno cura di noi stessi e questo è un grande errore.

Che appeal può avere un uomo maturo che non ha voglia di farsi la barba, non ha voglia di lavarsi, sta tutta la mattina in pigiama, o si veste soltanto per coprirsi? Lo stesso vale per le donne.

La pulizia e la cura di sé, gli interessi che mantengono viva la nostra attenzione, l’attività fisica che ci permette di invecchiare piacevolmente non devono mai essere sottovalutati. Una persona curata, profumata e colta, che ha ancora tanta voglia di ridere e di godersi la vita ha un fascino che nulla ha da invidiare a quello che aveva quando era molto più giovane.

Intimità dopo i 50 anni, può diventare complicata

Certe volte, però, l’intimità di una coppia può diventare complicata a causa dei cambiamenti dopo i 50 anni.

Per le donne il periodo della menopausa è caratterizzato dalla mancanza di estrogeni che porta ad una riduzione delle pareti vaginali e a secchezza. Per chi non ricorre alle terapia ormonale sostitutiva, la mancanza di lubrificazione può complicare l’attività sessuale, rendendola dolorosa fino ad avere possibili sanguinamenti.

I presidi medici corrono in nostro aiuto. L’importante è parlare senza vergogna con il nostro ginecologo che stabilirà qual è la soluzione migliore per noi : ovuli o creme contenenti estrogeni per uso vaginale, trattamenti laser, creme a base di acido ialuronico e vitamina E.

Inoltre gel e creme lubrificanti possono aiutare durante il rapporto sessuale, così come il tempo dedicato ai preliminari.

Nell’uomo passati i 50 anni abbiamo una riduzione del testorene, se la diminuzione è importante si avrà un calo del desiderio e della libido. Anche in questo caso è fondamentale rivolgersi al medico che prescriverà degli esami per misurarne la concentrazione e consigliare la terapia adeguata.

E’ possibile anche che ci sia una difficoltà nell’erezione o nel mantenimento di questa, di solito sono problemi vacillare che si risolvono facendo aumentare l’afflusso di sangue nel pene, sempre e solo su prescrizione medica.

Questo può succedere senza che vi siano patologie importanti, ma poiché i sintomi possono essere gli stessi la visita dal ginecologo e dall’urologo è consigliabile.

Inoltre un sano stile di vita aiuta a stare meglio: lo sapete che il fumo, causando vasocostrizione delle arterie, può causare un deficit dell’erezione, così come l’obesità e la sedentarietà?

E allora niente paura, la nostra intimità non viene minata dal passare del tempo e potremo avere più soddisfazione di quella rilevata nel sondaggio se dialoghiamo con il nostro partner, se manteniamo uno stile di vita sano, se chiediamo consiglio agli specialisti nel caso di piccoli problemi e soprattutto se amiamo e abbiamo complicità con il nostro partner.

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email

Scrivimi