come scegliere ombretto per pelli mature

Guida all’ombretto: scelta e applicazione su pelle matura

L’ombretto è un elemento essenziale per il trucco occhi. 

In grado non solo di dare profondità, mistero, luce allo sguardo, ma anche di fare apparire i nostri occhi più grandi, più allungati, più rotondi, meno sporgenti se utilizzato nel modo corretto.

Se ti stai chiedendo se gli ombretti sono prerogativa delle giovani donne ti dico di no. È proprio in questo periodo della vita che i tratti diventano meno definiti, le ciglia e le sopracciglia si diradano e applicare l’ombretto sulle palpebre aiuta a dare più vigore allo sguardo.

È molto importante utilizzare l’ombretto giusto perché, diversamente, la pelle matura delle palpebre diventerebbe troppo segnata, facendoci apparire più vecchie.

In questo articolo voglio parlarti delle varie caratteristiche di ogni tipo di ombretto e come applicarlo in modo da avere un risultato più che soddisfacente.

Guida all'ombretto: scelta e applicazione su pelle matura 1

Gli ombretti possono essere in:

  • crema;
  • stick;
  • liquido;
  • polvere.

Non esistono donne brutte, ma solo donne pigre
(Helena Rubinstein)

Cosa fare prima di mettere l’ombretto

Prima di passare all’ombretto è necessario seguire alcuni passaggi che servono a renderlo più duraturo nella giornata e ad avere la pelle meno segnata.

Segui questi step:

  1. La prima cosa da fare è mettere una crema per il contorno occhi, che serve ad idratare questa zona così delicata.
  2. Lasciala assorbire per qualche minuto.
  3. Metti il primer, che deve essere leggero e cremoso. Serve a preparare la pelle all’ombretto uniformandola, in questo modo saranno meno evidenti le rughette e le discromie e le linee della pelle.
  4. Ora passa al correttore per le occhiaie, scegliendo quello che è più adatto al tuo tipo di occhiaie.

Dovresti seguire questi passaggi, a prescindere dal tipo di ombretto che sceglierai, ogni volta che vuoi truccare i tuoi occhi.

Quale tipo di finitura scegliere?

Per poter scegliere con cognizione di causa un ombretto bisogna conoscere anche la sua finitura, cioè il suo aspetto visivo e la consistenza sulla pelle.

La finitura:

  • matte non ha particelle che luccicano o riflessi, è opaca. È adatta per dare un aspetto naturale all’occhio. Tende ad uniformare la pelle, perfetta sulla pelle matura;
  • shimmer contiene particelle brillanti, dà una leggera luminosità all’occhio, senza esagerare. Si può mettere sulla pelle matura;
  • metallizzata è caratterizzata da particelle di metallo che danno un aspetto molto luminoso e riflettente. L’utilizzo sulla pelle matura è da valutare in quanto potrebbe evidenziare le linee della pelle, ma consiglio di verificare sull’occhio perché molto dipende dal prodotto scelto;
  • glitterata è quando all’interno dell’ombretto sono contenute particelle di glitter. Sono adatti ad un make up da sera o, comunque, piuttosto appariscente.

Nel make up ci sono regole di base, ma molto è lasciato al gusto personale e alla verifica pratica.

Solitamente vengono consigliati colori naturali o neutri, piuttosto leggeri per non caricare troppo l’occhio, personalmente, dopo molte prove, posso dire che su di me preferisco i colori più scuri.

Questo perché:

  • danno più profondità ed intensità allo sguardo;
  • riescono ad esaltare le pagliuzze verdi e dorate dei miei occhi nocciola;
  • definiscono meglio la forma dell’occhio;
  • rendono lo sguardo più brillante.

La cosa importante è provare, provare, provare. Dobbiamo sperimentare trucchi diversi e valutare obiettivamente qual è il make up che esalta maggiormente i nostri occhi e che sodisfa i nostri gusti.

Valutiamo ora le caratteristiche di ogni singolo prodotto, a chi è adatto e come metterlo.

guida ombretto come sceglierlo

Gli ombretti occhi in crema

L’ombretto in crema si presenta solitamente racchiuso in un vasetto che deve essere chiuso bene dopo l’applicazione per impedire all’ombretto di seccare.

La consistenza, come dice il nome, è cremosa e si stende facilmente.

È particolarmente adatto a chi ha:

  • la pelle secca;
  • la pelle matura;
  • poca dimestichezza con le sfumature;
  • poco tempo a disposizione.

Se rientri in una di queste categorie ti consiglio di provare un ombretto in crema, che puoi applicare con le dita (o con il pennello) sulla palpebra. Il prodotto a contatto con il calore delle mani si uniformerà bene alla palpebra dando un effetto molto naturale.

Il finish può essere:

  • matte;
  • shimmer.

Vantaggi degli ombretti in crema:

  • rendono la pelle più uniforme e morbida;
  • non fanno fallout;
  • sono facili da applicare;
  • durano a lungo.

Metti il prodotto sulla palpebra mobile con le dita e sfumalo con un pennello sulla palpebra fissa. In base al colore scelto avrai un effetto molto naturale in grado di illuminare lo sguardo. Aggiungi, se vuoi, la matita occhi per evidenziare l’occhio, un velo di mascara e il gioco è fatto!

Vedrai come questo tipo di ombretto sia fantastico sulla pelle matura, uniforma la grana e la rende più liscia. A me piace utilizzarlo anche come base per aggiungere degli ombretti in polvere per creare delle sfumature e ingrandire o allungare l’occhio.

Uno dei prodotti che prediligo è Eyes to Mesmerise di Charlotte Tilbury ombretti dal finish luminoso che possono essere applicati anche senza specchio. Vasta gamma di colori, uno più bello dell’altro.

ombretto in crema di Charlotte Tilbury
credits: Charlotte Tilbury

LO TROVI QUI

Un altro ottimo prodotto è il Pro Longwear Paint Pot di MAC, anche per questo prodotto la gamma di colori è ampia.

ombretto cremoso mac
credits: MAC cosmetics

LO TROVI QUI

Di facile applicazione e dal bellissimo effetto anche sulla pelle matura, questo tipo di ombretto occhi non è adatto a chi ha una pelle tendenzialmente grassa. Il risultato potrebbe essere una notevole riduzione della durata o il deposito del colore nella piega della palpebra. In questo caso è meglio optare per prodotti diversi.

Gli ombretti in stick

L’ombretto in stick è facilissimo da applicare, forse ancora più facile di quello in crema.

Si presenta sotto forma di matita o di erogatore in plastica o metallo che ruota come un rossetto per fare uscire la punta dell’ombretto e si stende sull’occhio colorando la palpebra come si colora un disegno.

La scelta, a parte quella dettata dai colori, dovrebbe essere concentrata sulla punta dell’ombretto che può essere:

  • arrotondata;
  • appuntita;
  • con taglio diagonale.

Quella dall’applicazione più facile è quella dalla punta rotonda, che si adatta meglio alla stesura del prodotto sulla palpebra, la punta più sottile va utilizzata per definire bene i contorni, cosa che richiede più dimestichezza con il make up.

L’ombretto in stick contiene del prodotto cremoso, che si stende facilmente e che è ideale anche per la pelle matura. Puoi sfumarlo con un pennello se vuoi creare un make up più complesso.

Oppure puoi usarlo come base per gli ombretti in polvere da applicare sopra con il pennello.

L’effetto dell’ombretto in stick è uguale a quello in crema, solo che è più pratico, lo puoi mettere in borsa e ritoccare il tuo trucco tutte le volte che ne hai bisogno.

Ricorda solo che devi richiuderlo bene mettendo il tappo, perché essendo un prodotto cremoso tende a seccarsi se lasciato all’aria per un lungo periodo.

Un ottimo ombretto stick, con una grande quantità di colori (15) è Phyto-Eye Twist di Sisley, un matitone dall’interno morbido con colore a lunga tenuta.

matita ombretto stick Sisley
credits: Sisley Paris

LO TROVI QUI

Ricco di pigmenti e bellissimo, disponibile in 6 colorazioni, Dazzle Stick di KVD Beauty è adatto anche per make up da sera.

ombretto pigmentato KVD beauty
credits: Sephora

LO TROVI QUI

I vantaggi dell’ombretto in stick sono gli stessi dell’ombretto in crema.

Ombretto liquido

L’ombretto liquido è caratterizzato dalla fluidità del prodotto. Generalmente contenuto in una boccetta con all’interno incluso il pennello per l’applicazione.

Può avere un finish:

  • matte;
  • shimmer,
  • metallico.

Questo tipo di ombretto non rientra tra i miei preferiti per più di un motivo:

  • la difficoltà a scegliere quello che non asciughi troppo velocemente o troppo lentamente;
  • molto coprente;
  • difficoltà a sfumare.

L’applicazione viene fatta con il pennello all’interno del contenitore, ma non facilissimo da dosare. Il risultato ottimale richiede una buona conoscenza del prodotto, la capacità di applicare la giusta quantità e l’abilità di sfumare quando l’ombretto non è ancora asciutto, ma neanche troppo bagnato.

Se lo conosci può essere un’ottima scelta, ma non immediatamente facile da usare.

Per chi è alle prime armi o non è abituata al suo utilizzo consiglio gli altri tipi di ombretto, altrimenti di applicarlo in questo modo:

  • cerca di togliere una bella quantità di prodotto dal pennello appoggiandolo sul bordo del contenitore;
  • applica uno strato sottile di ombretto liquido sulla palpebra mobile;
  • aspetta fino a quando non lo senti asciutto;
  • applica di nuovo il prodotto nell’angolo esterno della palpebra mobile in modo da creare una sfumatura stratificandolo;
  • lascia asciugare.

Tra gli ombretti liquidi migliori troviamo Ombre Premiere Laque, ombretto liquido a lunga tenuta di Chanel in 4 formulazioni di colore tutte naturali, dal finish metallico.

ombretto liquido chanel
credits: Sephora

LO TROVI QUI

L’altra possibilità che hai di utilizzare l’ombretto liquido con sfumature cromatiche è di scegliere un ombretto liquido multicromatico come Chromium di Natasha Denona con pigmenti perlescenti che cambiano colore a seconda dell’angolazione della luce. Basta una passata e la sfumatura di colore viene in modo automatico.

ombretto liquido natasha denona
credits: Sephora

LO TROVI QUI

L’ombretto in polvere per il make up occhi

L’ombretto in polvere è quello che ci permette di creare una miriade di trucchi occhi e di sfumarlo in modo perfetto.

Ci sono vari tipi di polveri, non tutte sono adatte alla pelle matura. Le polveri che si adattano bene alle donne over 50 e oltre sono quelle morbide e setose, quelle troppo secche segnano le linee delle palpebre facendola sembrare più vecchia.

Anche in questo caso la scelta dell’articolo giusto è fondamentale, senza mai dimenticare di mettere sulla palpebra il primer che tende ad uniformare la grana della pelle e a renderla più liscia.

Solitamente le palette di ombretti che hanno un risultato migliore sulla pelle matura sono quelle più costose, ma se trovi la palette che fa per te avrai modo di utilizzarla per un lungo periodo di tempo, ammortizzando così la spesa.

La finitura degli ombretti in polvere può essere opaca (matte), shimmer, metallica, glitterata.

Il make up con gli ombretti in polvere si applica con i pennelli.

L’applicazione dell’ombretto in polvere si può stratificare, cioè passare più di una volta con la polvere nella stessa zona e si può sfumare per non creare l’effetto macchia.

Uno degli effetti negativi dell’ombretto in polvere è l’effetto fallout, che è quando particelle di ombretto vanno a finire sotto gli occhi o sul viso. Questo non avviene sempre, spesso dipende dal tipo di ombretto che si utilizzza.

Ma ci sono dei piccoli trucchi per evitarlo:

  • quando prendi l’ombretto con il pennello scarica l’eccesso scuotendolo leggermente;
  • utilizza dei patch adesivi da mettere sotto l’occhio, rimuovendoli dopo l’applicazione del make up;
  • trucca gli occhi prima del viso, potrai rimuovere il fallout senza rovinare il trucco del viso;
  • metti tanta cipria sotto agli occhi, l’ombretto che vola via si depositerà proprio sulla cipria che potrai rimuovere utilizzando un pennello grande.

La scelta dei colori da utilizzare dipende dal tuo gusto personale, anche se i colori neutri e cioè le tonalità dei marroni, i beige, i rosati sono quelli più utilizzati, a prescindere dall’età.

Solitamente viene indicato alle donne mature di mettere dei colori chiari per non appesantire la palpebra, nella mia esperienza trovo che i colori più scuri diano più brillantezza e luce al mio sguardo rispetto ai chiari, e ho oltrepassato i 60 anni.

Quindi il consiglio che ti do è quello di fare delle prove e di decidere quello che, secondo te, è il colore giusto per i tuoi occhi, per il tuo incarnato e per i tuoi capelli.

Gli ombretti in polvere che prediligo per la loro bellezza e per la caratteristica di non segnare la pelle sono diversi, ti elencherò i miei preferiti.

Le caratteristiche delle palette che adoro sono con polveri:

  • pigmentate;
  • setose;
  • non segnano la pelle;
  • colori stupendi.

Natasha Denona è uno dei brand che non mi delude mai, ti consiglio una palette dai toni neutri: I Need A Nude Palette, ma ti garantisco che qualsiasi palette tu scelga non rimarrai delusa.

palette ombretto i need a nude palette

LA TROVI QUI

L’immagine qui sotto ti mostra uno dei make up che puoi creare con questa palette.

make up ombretto natasha denona
credits: Sephora

I colori di Anastasia Beverly Hills mi fanno impazzire, sia i matte che gli shimmer sono stupendi, all’interno delle palette solitamente ci sono dei colori completamente diversi con i quali creare dei trucchi occhi discreti o più scenografici.

Ti consiglio la Fall Romance Palette, una confezione di polveri vibranti.

ombretto occhi anastasia beverly hills

LA TROVI QUI

Nell’immagine qui sotto uno dei make up che puoi creare con la Fall Romance Palette.

ombretto fall romance palette
credits: Sephora

Elencando le palette bellissime anche sugli occhi delle donne over 50 e oltre non posso non parlarti del brand Huda Beauty, la sua ultima palette Pretty Grunge in edizione limitata è favolosa, dai toni freddi per creare trucchi fantastici.

ombretto palette pretty grunge

LA TROVI QUI

Nell’immagine qui sotto i vari make up che puoi creare con la Pretty Grunge palette.

make up con ombretto huda beauty
credits: Sephora

Fammi sapere nei commenti se questo articolo ti è stato utile, se sì puoi condividerlo e farlo leggere alle tue amiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su:

Chi sono

Consulente di stile, style e beauty blogger. Gli abiti parlano di noi, delle nostre emozioni, dei nostri desideri, dicono chi siamo e quello che vogliamo. Se il tuo stile non riesce a comunicare tutto questo fissa una consulenza con me.

Scrivimi

Newsletter