Come truccarsi dopo i 50 anni, qualche piccolo segreto

 

Truccarsi dopo i 50 anni è fondamentale per apparire più belle. Lo sappiamo bene che con il passare degli anni il nostro volto perde un po’ la sua “fermezza”. I contorni sono meno definiti, le ciglia meno folte, è più evidente la stanchezza e il colorito è meno brillante.

Non è niente di grave, la nostra bellezza rimane intatta, non sarà qualche ruga in più ad annullare tutto quello che siamo.

Anche se consce della nostra bellezza di donne over 50, un piccolo aiuto è determinante per apparire più belle (anche in barba a chi ci ritiene invisibili).

Prima regola: usare creme da giorno e da notte per idratare la nostra pelle e sieri per il contorno occhi. Questa beauty routine è necessaria per combattere la perdita di elastina della nostra pelle, come una buona maschera idratante. Senza la giusta idratazione quotidiana la nostra pelle diventerà sempre meno elastica e tenderanno a formarsi più rughe, quindi mi raccomando non rinunciate a questo primo step perché è fondamentale.

Molte donne adulte pensano che il trucco sia una cosa per le giovani, ma non è così. Provate con un make-up leggero e naturale e sono sicura che vi piacerete di più. 

Il trucco a una certa età deve essere leggero e molto naturale, serve per migliorare il nostro aspetto, non per cambiare i nostri connotati. Da evitare il trucco pesante, che ci fa dimostrare più anni di quelli che abbiamo.  

Come truccarsi dopo i 50 anni: fondotinta e crema levigante

Vediamo come truccarsi a 50 anni: per prima cosa usiamo una crema levigante come base per il viso, meglio ancora se contiene un fattore di protezione dai raggi solari, che sono molto dannosi per la pelle.

 Possiamo usare una crema a effetto liftante oltre che idratante. L’effetto tensore di solito è immediato, per questo la crema levigante dopo i 50 anni è da usare con costanza. Ne esistono in commercio di tutti i tipi e da tutti i prezzi e non sempre il prodotto più costoso è anche il migliore.

Sopra la crema mettiamo il fondotinta, che non serve soltanto per dare colore all’incarnato, ma serve a rendere il colore più uniforme e luminoso anche quando siamo abbronzate. Scegliete quello liquido perchè si stende meglio e non “appesantisce” i lineamenti.

Se non amate il fondotinta potete usare una crema colorata che darà al vostro viso lo stesso effetto illuminante. Ci sono prodotti molto leggeri che possono essere usati anche d’estate, con risultati strabilianti.

Non dimenticate il fard o blush, serve a dare il tocco di salute al viso. E’ importante scegliere quelli dai colori rosati che danno al volto un colorito molto naturale. Il fard va steso con il pennello incorporato nella confezione o uno più grande a vostro piacere, partendo dalla parte esterna dello zigomo verso l’interno.

Un leggero colorito rosato illumina il viso, fate attenzione a non esagerare se non volete inficiare l’effetto naturale.

Basterebbe già questo per avere un aspetto migliore. 

Come truccarsi dopo i 50 anni: il rossetto

Anche le labbra perdono il loro turgore dopo i 50 anni. Iniziano a formarsi piccole rughette intorno alle labbra dove si infiltra il rossetto in modo altamente antiestetico.

Per ovviare a questo inconveniente vi consiglio di usare una matita per labbra che passerete sul contorno delle labbra e, se volete, anche all’interno per dare una tenuta maggiore al rossetto.

Il rossetto rosso è il mio preferito perché è bello, illumina il viso e si adatta bene a tutti i colori di pelle.

Vi consiglio di scegliere un colore matte (opaco) perché le labbra sembrano più turgide. I colori viola e marrone sono belli e stanno bene con la pelle leggermente abbronzata. Su di me non amo i colori chiari: nude, rosa e nemmeno l’arancio.

I miei rossetti preferiti sono di Smashbox: hanno veramente una lunga tenuta, i colori sono molto belli e durano tanto.

Infine, prendiamo in esame il trucco per gli occhi. Vale sempre la stessa regola: il trucco serve per esaltare, quindi scegliere sempre colori molto naturali.

Tutti i marroni, ancora meglio se con pagliuzze dorate, si anche all’oro brunito. No ai blu, ai verdi e ai neri se non sappiamo truccarci con maestria.

La prima cosa da fare è mettere sulla palpebra il primer che servirà a stendere meglio l’ombretto e a dare lunga tenuta al vostro trucco. 

Io uso un ombretto color oro brunito di Chanel. Dopo il primer passo un leggero strato sulla palpebra mobile sfumando in fuori e in alto per allungare l’occhio. Se vi sembra di avere un colore troppo scuro sfumatelo con un pennello leggermente più grande e morbido. Potete passare sulla palpebra fissa un colore chiaro e luminoso che faccia apparire l’occhio più grande.

Passo quindi alla matita marrone scuro, partendo dall’interno verso l’esterno, sfumando verso l’alto per la palpebra superiore e all’interno dell’occhio in quella inferiore. Infine applico il mascara per allungare le ciglia.

Questo è un trucco molto naturale che dà intensità allo sguardo, fa risaltare tutte le sfumature delle vostre iridi e che richiede poco tempo per l’applicazione.

 

 

 

 

 

 

Rita Palazzi
Pubblicato da

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.