Primavera 2019: le scarpe che tutte vorremmo avere

Non conosco una donna alla quale non piacciano le scarpe.

Anche se indossiamo quelle che sono più comode, ognuna di noi desidera il modello (sicuramente più scomodo), ma che è favoloso sul piede e che allunga la figura.

Parigi e Milano hanno proposto tantissimi modelli durante le sfilate della primavera 2019, adatti per ogni tipo di abbigliamento e per ogni situazione.

Gli stivali per la primavera

Il pezzo forte della primavera sono gli stivali, morbidi in camoscio se al ginocchio o stivali alla caviglia per chi ama lo stile rock o western, fino agli stivali aperti sulla punta in un colore rosa acceso proposti da Loewe. Il tacco è medio basso e sufficientemente largo per rendere confortevole questa calzatura.

La prevalenza dei colori è il nero e il bianco.

Possono essere indossati con i pantaloni o con abiti e gonne ampie o con balze e asimmetriche, realizzate in tessuti leggeri o tulle. Da indossare dalla mattina alla sera.

Una scarpa che adoro è la décolleté,  perchè è elegante e versatile. Può essere abbinata a un abito bon ton o a jeans strappati e risultare sempre elegante.

Questa primavera le décolleté sono rivisitate: con stringhe e cinturini fino alla caviglia o in tessuto arricciato. Aperte sulla punta o lateralmente, da indossare con abbigliamento elegante o “finto” casual. Il tacco, come per ogni scarpa da sogno, è medio alto e piuttosto sottile, non molto adatto a lunghe camminate.

Le sneakers non sono più relegate soltanto alla palestra o all’attività sportiva, sono entrate di prepotenza nel pret-a-porter e indossate anche con i vestiti.

Forse per retaggio culturale o forse perchè le indosso tutti i giorni per il mio lavoro, devo dire che non mi fanno impazzire.

Vi propongo comunque i due modelli che mi sembrano più facili da abbinare.

Sempre di moda le scarpe con plateau (quello che chiamavamo il doppiofondo). A me piacciono molto perchè le trovo comode e slanciano comunque la figura. I modelli sono molteplici: ci sono quelli con tacco e plateau, con una unica zeppa o le platform.

Facili da indossare sia con pantaloni che con gli abiti, dalla mattina alla sera. E’ il tipo di abbigliamento che determinerà se la scarpa è easy o più elegante.

 

I sandali più belli

Per chi ama i sandali questa primavera avrà l’imbarazzo della scelta, ce ne sono per tutti i gusti.

Quelli con tacco alto, adatti anche per occasioni importanti, ma perfetti anche con i jeans, hanno cinturini sottili.

I sandali sono minimal, poche strisce di pelle e piede il più possibile scoperto, veramente raffinati.

Quando sono più coprenti hanno dettagli particolari: piume, strass o disegno importante.

Tacco alto e piuttosto sottile, dovete essere brave a camminare con scioltezza. Non c’è niente di più brutto che vedere una persona che non sa muoversi sui tacchi, in questo caso scegliete un tacco più basso.

 

Se i sandali con il tacco alto vi piacciono, ma non sapete muovervi bene con quelle calzature, non preoccupatevi. Ci sono dei modelli bellissimi con il tacco medio (kitten heels) che è estremamente comodo (guardate anche quelli con il tacco scultura).

Per chi vuole delle scarpe super comode ci sono i sandali senza tacco. Non aspettatevi le ciabattine da indossare unicamente con un abbigliamento easy. I nuovi sandali sono ricercati e sobri nelle forme e nei materiali. Da sogno quelli con le piume di Valentino.

I sandali piatti (flats) sono bellissimi indossati con abiti lunghi e morbidi.

Per le amanti delle ballerine, la forma diventa più affusolata per dare più slancio alla figura.

Se ancora non avete trovato la vostra scarpa ideale per la primavera, date un’occhiata a queste con il tacco di plexiglas o con tacco scultura.

Non si può non capitolare!

(Tutte le foto sono di Vogue)

Rita Palazzi
Pubblicato da