Quale costume scegliere se…

Carissime amiche avete già prenotato le vostre vacanze? Io si, felicissima di tornare sulla costiera amalfitana, che oltre all’insuperabile bellezza offre anche una cucina succulenta (Amalfi: dove mangiare per una cena romantica).

Quest’anno voglio comprare un costume nuovo, ma quale modello scegliere?

Per le amiche longilinee non ci sono problemi, potete scegliere tutto quello che più vi piace, per le persone con qualche chiletto in piu, come me, la scelta del costume ideale deve soddisfare alcuni requisiti.

Decisamente no ai costumi microscopici, a meno che non siete delle patite dell’abbronzatura selvaggia, ma se invece volete prendervi cura della vostra pelle e volete essere chic anche in costume abbandonate i perizoma con laccetti.

La bellezza del costume e intero

Il costume intero è un nostro grande alleato perchè con alcuni accorgimenti “snellisce” la figura e maschera qualche imperfezione oltre a essere sobrio e raffinato.

Sì al costume intero con scollatura profonda se avete poco seno, se invece avete il seno grande è meglio optare per i costumi tagliati sotto al seno che sostengono meglio.

Sì al costume sgambato se non si ha la Culotte de Cheval (accumuli adiposi che si formano tra il gluteo e la coscia che rendono la silouette meno armoniosa), in caso contrario è meglio un costume con sgambatura poco profonda, magari in stile anni ’50 come quello proposto da Norma Kamali.

Se avete la vita sottile potete evidenziarla con un costume con cintura, per chi ha un po’ di pancetta il costume intero con fantasia etnica o a fiori è in grado di nascondere qualche chiletto, così come il costume nero.

Un’alternativa al costume intero è il costume con la mutandine alta (culotte), a me piace tantissimo e quando siamo sdraiate a prendere il sole possiamo sempre abbassarle un po’.

Se avete una schiena perfetta optate per i costumi molto scollati nel dietro, altrimenti il costume più alto copre la parte critica di molte di noi.

Ecco i costumi che ho scelto per voi, fatemi sapere quali sono i vostri preferiti.

 

Rita Palazzi
Pubblicato da