La grande protesta della Marcia delle Donne su Washington, le celebrità rispondono alla chiamata

getty

 

Solo poche ore dopo aver assistito alla vittoria di Donald Trump nella corsa presidenziale, 10.000 donne si erano già mobilitate attorno all’idea di una protesta femminile in nome dei diritti umani.

In appena 10 settimane, la Marcia delle Donne su Washington è divenuta un evento abbracciato da centinaia di migliaia di persone, diventando un vero e proprio movimento.

La Marcia delle Donne, The Women’s March on Washington, avrà luogo a Washington DC Sabato, 21 gennaio 2017, con inizio alle ore 10:00 (ora locale).

Secondo The Guardian e per la maggior parte dei giornali e dei media rilevanti, la marcia su Washington si prepara a divenire una delle più grandi proteste americane.

Questa è la loro missione:

“Nello spirito della democrazia e in onore dei campioni dei diritti umani, della dignità e della giustizia che esistono da prima di noi, ci uniamo nella diversità per mostrare la nostra presenza in numero troppo grande per essere ignorato. La Marcia delle Donne su Washington invierà un messaggio audace alla nostra nuova amministrazione nel loro primo giorno in carica, e al mondo, che i diritti delle donne sono diritti umani. Noi siamo unite, riconoscendo che difendere i più emarginati tra di noi è difendere tutti noi.”

Qui trovate l’intero manifesto.

Centinaia di migliaia di persone sono attese per la marcia, le vedremo sfilare per le strade di Washington D.C. proprio nel primo giorno dopo l’insediamento del presidente eletto Donald Trump.

Già molte celebrità hanno aderito all’iniziativa: Katy Perry, Amy Schumer, Cher, Chelsea Handler, Samantha Bee, Debra Messing, e Julianne Moore fanno tutte parte del “Tavolo degli artisti” che prenderà parte alla marcia.

Sui social la protesta è già iniziata, guardate l’esempio di Katy Perry

Rita Palazzi
Pubblicato da