E se le donne fossero a capo dell’industria della moda?

What if women ran the fashion industry - project women - meryl streep - not only twenty

Lo sappiamo, le donne sono spesso segregate o stereotipate in determinati ruoli dei settori della moda e dei media; ma come possiamo prendere il controllo di tale situazione?

Not Only Twenty non manca mai di dare spazio a progetti o iniziative che mettono in risalto il ruolo delle donne nel settore. Spesso, si tratta di rivendicazioni sulla definizione del concetto di bellezza, la richiesta di inclusione e apertura alla diversità all’interno della fashion industry.

Ma siamo liete di poter aggiungere a questa lista progetti che ci mostrano che meritiamo più opportunità in merito ai ruoli che noi donne possiamo ricoprire nel settore.

Una di queste opportunità è il Project Womens.

L’UBM Fashion Group, che è uno dei principali produttori di fiere di moda di fama mondiale, attraverso il progetto PROJECT WOMENS offre ai buyers l’accesso a una selezione unica delle migliori marche emergenti e già affermate con una peculiarità: si tratta di una selezione di brand d’imprenditoria al femminile.

Così, le donne non sono più solo gli oggetti del settore, diventano le imprenditrici, le creatrici, le business women.

PROJECT WOMENS cambia le regole della conversazione. E’ una finestra per mostrare al mondo della moda che ci sono così tanti brand degni di nota gestiti da donne di successo.

Si tratta di una comunità in cui la questione business assume un valore aggiunto poiché collegata a brand sostenibili e devoti alla causa.

E se il mondo fosse governato dalle donne? Forse, per ora, sarebbe sufficiente che lo fosse l’industria della moda!

Rita Palazzi
Pubblicato da